I prestiti d’investimento per micro, piccoli e medi imprenditori

Lo scopo: investimento in beni materiali ed immateriali a lungo termine nei settori dell’industria di lavorazione, del turismo (alloggio), delle attività amministrative e sanitarie, delle attività ricreative e di altri beni ed infine del capitale circolante

L’implemetazione: attraverso le banche commerciali: PBZ, ZABA e ERSTE. L’importo del prestito: dai 100.000 euro ai 3.000.000 di euro (fino ai 10.000.000 di euro per investimenti nell settore turistico)

Il termine per il rimborso: fino a 12 anni compreso periodo di grazia di 2 anni (per il settore turistico fino a 17 anni, compreso periodo di grazia di 4 anni)

Il valore aggiunto: i bassi tassi d’interesse ed esenzione dal pagamento delle tasse per l’elaborazione e l’utilizzo dei prestiti

Il vicepremier Di Maio incontra gli imprenditori italiani in Croazia

Nel corso del soggiorno nella capitale croata, il vicepremier Luigi Di Maio ha fatto visita anche alla residenza dell’Ambasciatore d’Italia, Adriano Chiodi Cianfarani, dove ha incontrato i rappresentanti dell’Associazione degli imprenditori in Croazia (AIIC). Nel corso del colloquio si è parlato del clima imprenditoriale nel Paese e della massiccia presenza di società e investimenti italiani sul territorio croato. Nel corso dell’incontro hanno discusso anche della trasformazione dell’AIIC in Camera di commercio italo-croata.

Era l’occasione di dimostrare la forza della imprenditorialità italiana in Croazia che, come a sottolineato l’Ambasciatore, è in continua crescita.

Ministro Di Maio ha dimostrato grande l’interesse sul nostro percorso verso le Camere di commercio italiane all’estero offrendo il sostegno ed aiuto all’AIIC.

Sconfinamenti – RAI Friuli Venezia Giulia

Trasmettiamo il Podcast della trasmisione radiofonica “Sconfinamenti” della RAI FVG.

SCONFINAMENTI 2019 DEL 02/03/2019 – A.I.I.C.
L’attività dell’Associazione degli Imprenditori Italiani in Croazia. Costituita nel 2014, conta 90 soci con aziende italiane e croate, rappresenta un supporto per le imprese, e collabora con le istituzioni nazionali anche nel campo culturale, ad esempio con l’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria.

http://www.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-5b29eef7-2095-4177-836a-b96dd9c51807.html

“Sconfinamenti” – trasmissione radiofonica RAI

 

Abbiamo l’onore di trasmettere che il lavoro della nostra Associazione e stato riconosciuto anche  dalla RAI – radio televisione nazionale e il 21 febbraio a Trieste, nella sede regionale, abbiamo registrato 45 minuti di trasmissione radiofonica dedicata alla nostra Associazione.
In un’intervista con il registra del programma “Sconfinamenti”, Dott. Massimo Gobessi abbiamo parlato delle possibilità di investire in Croazia, sulle ragioni per cui gli investitori italiani scelgono la Croazia, dei servizi e delle attività della nostra Associazione.
Ciò che hanno sottolineato gli interlocutori è sicuramente la sinergia e la buona cooperazione dell’AIIC con le istituzioni e i rappresentanti della diplomazia italiana.
RAI – Friuli Venezia Giulia monitora da tempo le nostre attività ed è stato particolarmente attratto dall’evento titolato ITA CRO business reward per gli imprenditori italiani che si sono distinti nel proprio lavoro in Croazia. Con noi in studio come ospite è quindi stato uno dei premiati soci, Dott. Edi Furlan, rappresentante della società Eli Friulia e la filiale croata Eli Adriatik, che ha testimoniato l’importanza di appartenenza all’AIIC, ma aveva raccontato la sua esperienza del imprenditore italiano che sviluppa un lavoro in Croazia.
Durante la stessa giornata, il segretario generale dell’AIIC, è stato in visita alla società Eli Friulia e ha avuto la possibilità di testimoniare al lavoro impressionante e di vedere, tranne la flotta di elicotteri ed aerei, il centro di sviluppo, la scuola di volo e il centro di assistenza.

La trasmissione andrà in onda il Sabato 2 marzo alle 16:00 su Radio Venezia 1 sulla frequenza AM 936 e in streaming su www.sedefvg.rai.it, copre l’intero bacino della costa adriatica nord, la costa della regione Veneto ed Emilia-Romagna).

I podcast saranno anche disponibili per i nostri membri e pubblicati sul nostro sito web.

L’iniziativa delle Camere di commercio bilaterali continua

L’iniziativa delle Camere di commercio bilaterali continua le sue attività al fine di migliorare il clima imprenditoriale in Croazia per gli investitori stranieri
I rappresentanti delle Camere, il 29 gennaio, hanno tenuto un incontro molto produttivo presso il Ministero dell’Amministrazione della Repubblica di Croazia con il Segretario di Stato, la Sig.ra Katic Prpic e i consiglieri del ministro, il sig. Željko Holik e il sig. Tomislav Mičetić Il ministero ha presentato la strategia della riforma per la pubblica amministrazione e il sistema e-cittadini, sottolineando che detta riforma prende i primi passi già a febbraio. Proprio il Ministero dell’amministrazione guiderà l’attuazione delle riforme per essere un esempio di buone pratiche per le altre istituzioni statali.
Il Segretario di Stato ha sottolineato l’importanza del dialogo con le Camere Estere invitando ad una cooperazione ancora più forte e un’iniziativa congiunta nell’interesse di tutte le parti coinvolte.
Il Ministero ha inoltre annunciato un piano per gli appalti pubblici per il 2019 e invita tutti gli imprenditori interessati a prendere parte al processo di gara, conseguendo così la cooperazione nell’attuazione diretta delle riforme.
I rappresentanti delle Camere hanno ancora una volta sottolineato che hanno accolto con favore gli sforzi del Governo e che si vedono i progressi, ma hanno anche chiesto un’attuazione delle riforme ancora più efficiente e più rapida offrendo il loro aiuto rappresentando la voce degli imprenditori / investitori.

Il piano degli appalti pubblici è disponibile qui e prestiamo attenzione ai punti  dal 56-72.

ECAPITAL CULTURE – Start up School– III Edition – SPRING 2019

Fondazione Marche, Marche Regione, Camera di commercio di Ancona, Università Politecnica delle Marche e citta’ di Ancona presentano l’invito per le idee per la terza edizione di “ECAPITAL Culture Adriatic Start Up School” fper creare le Start Up in campo di cultura, specialmente nella macro regione  Adriatico – Ionia.

L’invito e la brochure trovi su seguenti link:

Invito

Brochure

Incontro con il Ministro dell’economia, Imprenditorialità e Artigianato

Martedì , il 22 gennaio 2019, i rappresentanti delle Camere di commercio internazionali in Croazia hanno incontrato il Ministro dell’Economia, Imprenditorialità e Artigianato, il Sig. Dark Horvat, il Segretario dello Stato, il Sig. Zdenko Lucić e l’Assistente del Segretario, Sig.ra Božica Lapic.
L’argomento dell’incontro è stato il risultato della ricerca condotta dalle 6 Camere di commercio internazionali nel 2018 che hanno redatto i suggerimenti e le proposte per misure volte a migliorare l’ambiente imprenditoriale e migliorare gli scambi commerciali tra la Croazia e i paesi d’origine.

Ricordiamo che nell’iniziativa hanno partecipato oltre la Camera di commercio italo croata, anche Camera di commercio americana (AmCham) in Croazia, Ufficio per il commercio estero austriaco, Rete commerciale canadese-croata (CCBN), Camera di commercio e industria tedesco-croato e Camera di commercio dei paesi nordici, con oltre 1.200 aziende associate in Croazia che impiegano oltre 150.000 persone e rappresentano oltre il 50 per cento degli investimenti esteri in Croazia.
Il Ministro, così come i suoi colleghi del Ministero dell’Economia, hanno accolto l’iniziativa e chiesto un dialogo più frequente tra il Ministero e le Camere per miglioramenti fornendo una visione diretta delle reali esigenze degli imprenditori stranieri. Il Ministro ha proposto incontri con le Camere ogni due mesi allo scopo di creare miglioramenti comuni e accelerare i processi.

Ci e’ stato presentato il programma del MINGO che nel 2019 ha tre obiettivi strategici:
1. Crescita della produzione industriale
2. Crescita delle esportazioni
3. Aumentare il numero di innovazioni e la crescita dei RIS
Il Ministero ha preparato una mappa delle società che sono della maggiore proprietà statale, per le quali saranno ricercati partner o investitori stranieri. Già questo venerdì, ci sarà un invito a manifestare l’interesse per la ristrutturazione dei cantieri navali di Pola e Fiume, e il Ministro ha annunciato un grande interesse da parte degli investitori italiani.
Inoltre, sono state annunciate nuove quote di energia, che secondo le parole del Ministro, saranno aumentate di tre volte, e i primi bandi sono previsti già nella prima metà di quest’anno.

l Segretario di Stato, sig. Lucić ha inoltre presentato nuove misure per i prestiti per PMI da HAMAG – BICRO con tassi di interesse eccezionalmente favorevoli, la continua digitalizzazione dell’amministrazione statale e un processo di valutazione degli investimenti più rapido ed efficiente. Lucić ha anche invitato le Camere a cooperare e sostenere il lavoro del Ministero.
Le Camere accolgono con favore ogni iniziativa volta a migliorare l’attività in Croazia e sono aperte al dialogo e alla cooperazione.
Per continuare a fare i miglioramenti e dare i suggerimenti, la prossima settimana le Camere incontreranno il Ministro dell’amministrazione, il signor Lovro Kuščević.

Pagamento premi esenti

Venerdì 30.11.2018, alle 16:20h, dopo l’orario di lavoro, nella Gazzetta Ufficiale 106/18. è stato pubblicato il decreto sulle modifiche al Regolamento sull’imposta sul reddito delle persone fisiche con applicazione dal 01.12.2018. Siamo delusi nuovamente dal ritardo nella pubblicazione del regolamento, all’ultimo secondo come al solito, così anche noi informiamo i nostri clienti con ritardo.

Secondo il nuovo regolamento il datore di lavoro ai propri dipendenti può pagare esente da tasse e contributi l’importo di 5.000,00 annui come premio per le prestazioni di lavoro e altri tipi di premi (integrazione salariale aggiuntiva allo stipendio mensile, ecc), con pagamento obbligatorio sul conto corrente dei dipendenti.

Il lavoratore può ottenere il premio per i risultati del lavoro nell’importo di 5.000,00 kn complessivamente da tutti i datori di lavoro. Ciò significa che i lavoratori dipendenti part-time da più datori di lavoro devono rilasciare una dichiarazione con l’importo ricevuto presso l’altro datore di lavoro. Nel caso in cui il premio per prestazioni di lavoro è già stato pagato da parte di un altro datore si può pagare solo la differenza fino all’importo di 5.000,00 kn.

Per le gratifiche natalizie, premi pasquali, indennità di ferie, ecc  non ci sono cambiamenti e ai dipendenti si possono pagare esente da tasse e contributi 2.500,00 kn, regali per i bambini fino a 15 anni di età kn 600,00 e un dono in natura kn 600,00 con le stesse condizioni come è stato prescritto finora.