Visita della delegazione economica croata in Italia

Gentili associati,

Vi informo che la Camera di economia Croata organizza dal 28 fino  30 di maggio la visita in Italia. A Roma, il giorno 29 si terra’ Forum economico italo croato, dove si aspetta la presenza delle autorita’ statali dai entrambi paesi e  saranno organizzati incontri d’affari tra le aziende croate ed italiane.

Nel caso dell’interesse, prego cortesemente di compilare modulo in inglese che trova su seguente link. https://www.hgk.hr/s-medunarodne-poslove/posjet-hrvatske-gospodarske-delegacije-italiji-najava

I rappresentani delle aziende devono da soli organizzare e coprire i costi dell viaggio e alloggio. Le società registrate riceveranno notifica della proposta relativa a possibile viaggio comune e all’opzione di alloggio, nonché un programma preliminare di visita.

Il contatto presso la HGK e’ Andrea Petrić, ( tel.: 01/456 1784; e-mail: apetric@hgk.hr).

 

 

Terminazione (rescissione) dei contratti di lavoro e l’utilizzo di indennità personale

Vi portiamo le novita’ sulla terimanzione dei contratti di lavoro e l’utilizzo di indennita’ personale.

Il contratto di lavoro può essere risolto nei seguenti modi:

  • la morte del lavoratore,
    • la morte di datore di lavoro, persona fisica o la cessazione dell’attivita’ dell’azienda con la forza di legge o la soppressione dal registro conformemente ai regolamenti speciali,
    • alla scadenza del momento in cui è stato concluso un contratto a tempo determinato,
    • quando un lavoratore raggiunge i sessantacinque anni e quindici anni di pensionamento, a meno che il datore di lavoro e il dipendente non concordino diversamente,
    • previo accordo tra il lavoratore e il datore di lavoro,
    • sottoponendo una decisione definitiva sul riconoscimento del diritto a una rendita d’invalidità a causa della perdita totale della capacità lavorativa,
    • dimissioni • la decisione del tribunale competente.

Dovrebbe essere distinto:

  • risoluzione consensuale (cessazione) del contratto di lavoro,
    • Licenziamento regolare dei contratti di lavoro
    • disdetta straordinaria del contratto di lavoro e
    • annullamento con l’offerta di un contratto modificato.

Occorre prestare attenzione all’uso di ribassi lavoratori personali perché, secondo il Ministero delle Finanze” … se l’ex dipendente ha detto che non stabilirà nuovo posto di lavoro nel mese di cessazione del rapporto di lavoro o il mese prossimo, l’ex datore di lavoro potrebbe utilizzare l’indennità personale, sulla base delle dichiarazioni rese lavoratori, ma non oltre l’ultimo giorno del mese per il mese precedente (quando l’obbligo di consegna di calcolo dipendente di ricevimento maturato ma non pagato). ” Per ulteriori vedere link https://misljenja.hr/porezna-uprava/izdavanje-i-upis-promjena-na-obrascu-pk-odjava-s-obveznog-mirovinskog-osiguranja/6210/

Nello stesso parere osserva che un lavoratore non possa essere danneggiato perché e’ il suo diritto legale per realizzare la procedura speciale del calcolo annuale delle imposte sul reddito, che le autorità fiscali effettuate d’ufficio, per tutti i contribuenti di imposte sul reddito da lavoro e altri proventi. Ci dispiace che il legislatore (lo stato) non possa essere addebitato in uno speciale processo di calcolo dell’imposta annuale sul reddito, ma è un lavoratore che deve attendere fino a un anno per una parte del suo stipendio guadagnato.

Come una determinazione in questo parere potrebbe essere stato, ma non è così, che il dipendente può dichiarare che non utilizzerà la sua indennità personale nel mese di cessazione del rapporto di lavoro o il mese successivo per un nuovo datore di lavoro se stabilisce un nuovo rapporto di lavoro nello stesso mese. Così un ex datore di lavoro potrebbe calcolare e pagare un’indennità personale quando paga l’ultimo stipendio in base alla dichiarazione del lavoratore, e il dipendente potrebbe ricevere il suo stipendio pieno.

 

PKF Croazia

Vi giriamo la presentazione del PKF Hrvatska che oltre 50 anni, in piu’ di 150 paesi con 400 uffici.

Nella gamma dei servizi vogliamo sottolineare che PFK Hrvatska e’ la prima azienda in Croazia che si occupa di revisioni forensi (attività forense d’affari, fiscale e contabile).

Rivolgetevi con massima fiducia!

La presentazione scarica qui.

3 ° Festival delle olive a Zagabria

Siamo orgogliosi di annunciare il premio vinto dal nostro associato, dott. Pino Rebulla!
Il Segretario di Stato del Ministero dell’Agricoltura, sig. Tugomir Majdak, ha inaugurato il terzo Festival delle olive a Zagabria, che si è tenuto la settimana scorsa alla Fiera di Zagabria.
Il festival ha riunito olivicoltori da tutta la Croazia, e in tre giorni (venerdì, sabato e domenica), l’evento ha attirato più di cinquemila persone, amanti dell’olio d’oliva. Il clou dell’evento è stato, tuttavia, la proclamazione dei migliori oli extravergini e l’assegnazione dei premi.

Sono stati ricevuti e valutati 288 campioni, inclusi oli provenienti dalla Slovenia e dalla Bosnia-Erzegovina. Oltre il 47% dell’olio è un extra vergine di alta qualità, ha affermato Krunoslav Kovačević, presidente dell’Istituto delle olive di Zagabria, che raccoglie gli olivicoltori della contea di Zagabria che hanno oliveti nella loro città natale, dall’Istria e dal Quarnero a sud della Dalmazia. La loro associazione senza scopo di lucro, con il sostegno dell’Ufficio di consulenza croato e della Fiera di Zagabria, è l’organizzatore principale del festival.

Dott. Pino Rebulla, l’imprenditore italiano con l’indirizzo a Murter, ha vinto la medaglia d’argento per il suo olio extravergine ed è stato l’unico italiano al Festival.
È stato presentato come socio dell’AIIC, che ha contribuito notevolmente alla promozione della nostra associazione e dell’imprenditoria italiana nel settore agricolo.

“Costruzione ed equipaggiamento della capacità produttiva delle PMI”

 

Il bando che abbiamo già annunciato per “Costruzione ed equipaggiamento della capacità produttiva delle PMI” inizierà con accetazione delle proposte il 03.Aprile 2018.

Si prega di notare che è sempre più certo che il  suddetto  bando verrà chiuso poco dopo l’apertura a causa del grande interesse.
Quindi, portiamo la presentazione del nostro associato Intelligent Future Consulting, il cui team è pronto a creare applicazioni!
Contatta con fiducia, e tutte le informazioni trova sul link:  http://intelligent-future.eu/it/
Auguriamo a tutti i candidati buona fortuna!

Mobile World Congress 2018

Siamo orgogliosi di annunciare le notizie da MWC 2018!
Alcune delle più grandi sorprese al Mobile World Congress tenuto a Barcelona, di quest’anno sono state dalla Croazia.
La più grande è la più grande società croata di software, Infobip, che attraverso la collaborazione con British Vodafone ha lanciato una piattaforma tecnologica attraverso la quale offrirà il successore di SMS, i cosiddetti Rich Communications Services (RCS).

Il primo utente aziendale di questa piattaforma è la società statunitense Uber, in più rapida crescita, che con RCS renderà facile da comunicare con i clienti.
Complimenti!

Associazione mondiale per la bioenergia a Zagabria firma un accordo per un migliore utilizzo di biomassa e pellet

A martedì, il 27 febbraio a Zagabria si è tenuta l’ottava conferenza internazionale sull’energia in organizzazione di Cluster di legno croato e CROBIOM Croatian Biomass Associations.
La presenza di rappresentanti di sei ministeri, un certo numero di parlamentari guidati da Darko Horvat, vicepresidente del Parlamento, sign. Jandroković e due deputati dal Parlamento europeo, Joze Radoš e prof.dr. Davor Škrlec, testimonia non solo l’attualità dell’argomento, ma anche il fatto che la biomassa legnosa e l’intero settore forestale sono una componente estremamente importante dell’economia globale. Le aziende del settore, che rappresentano fino all’1,2% della produzione mondiale di pellet, affermano di aver perso il supporto rispetto ai documenti strategici negli ultimi dieci anni, ma continuano a fare molti investimenti nella trasformazione della biomassa e creano posti di lavoro verdi, soprattutto nelle aree rurali.

Presidente di CROBIOM, Associazione croata delle biomasse, Raoul Cvečić Bole ha sottolineato che la maggior parte di pellet di legno va in esportazione. “Esportiamo oltre l’85% del totale di 280.000 tonnellate perché non abbiamo troppo interesse pubblico
per pellet di legno in Croazia. Ecco perché stiamo cercando equilibri energetici e strategie
che nella Repubblica di Croazia si trova una posizione migliore, dopo di che l’utilizzo nel mercato nazionale sarebbe sicuro. La più grande possibilità sarebbe ovviamente attraverso il decreto governativo sulla necessità di rappresentare l’OIE e la biomassa negli appalti pubblici “, concluse Bole.

La conferenza è stata aperta dal Ministro per la protezione dell’ambiente e l’energia, dr.sc. Tomislav Ćorić che ha sottolineato la necessità dell’aumento del consumo nazionale di pellet, attraverso una maggiore consapevolezza e un maggiore utilizzo nel settore pubblico. Quest’anno sarà proposta la modifica della legge sulle fonti energetiche rinnovabili e la cogenerazione altamente efficace, inoltre le nuove Strategie dello sviluppo energetico in cui dovrebbero essere presi in considerazione tutti i vantaggi comparativi dell’energia solare, eolica e la biomassa, che dovrebbe fare un nuovo mix energetico della Croazia entro il 2030, ha annunciato il ministro.
Allo stesso tempo, le associazioni settoriali europee a Bruxelles hanno annunciato che il 2017 è stato l’anno rivoluzionario in termini di accelerazione della transizione verso economia ed energia a basse emissioni di carbonio, in quanto la quota di biomassa, energia eolica e solare era pari al 20,9% dell’energia totale prodotta nell’UE. Tuttavia, il settore dovrà tenere maggiormente conto dell’impatto sui cambiamenti climatici e la riduzione delle emissioni nocive.

Alla conferenza è stato firmato l’Accordo per l’uso migliore di biomassa e pellet tra l’Associazione mondiale di Bioenergia (World Bioenergy Association) e CROBIOM, che è presieduta da Remigio Lapinskas,  che ha espresso l’importante sostegno e la continuazione della futura cooperazione in questo settore.
La Croazia, a causa della grande quantità di biomassa, è un buon paese per la produzione di energia da fonti rinnovabili, ha detto Lapinskas, pur espresso la speranza che questo potenziale sarà realizzato in futuro.