PLATINUM CLUB DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALO CROATA

Presso l’Hotel Esplanade, il 22 ottobre 2019, con la presenza dell’Ambasciatore della Repubblica Italiana, SE Adriano Chiodi Cianfarani e il rappresentante del Ministero dell’economia, dell’imprenditoria e dell’artigianato,  Dott. Ssa Ana Čulo, si e’ tenuta  la seconda riunione del Platinum Club della CCIC.


I membri della Camera, rappresentanti di una ventina degli investitori italiani in Croazia, hanno avuto l’opportunità in una conversazione molto produttiva con il Ministero, di presentare proposte per migliorare il clima degli investimenti in Croazia, di discutere casi specifici che rallentano o ostacolano le imprese e di ottenere risposte sulle misure e sui piani del Ministero per questo e il prossimo anno.
L’accento è posto su “Industria 4.0” a cui la Repubblica di Croazia si impegna in tutti i settori, e la Dott. Ssa Čula ha cennato che, nonostante i costi di implementazione, la mancanza di informazioni e l’elevata complessità delle nuove tecnologie, che rappresentano una sfida, gli imprenditori croati sono interessati alla produzione intelligente e considerano le seguenti quattro aree le più importanti per aumentare la competitività:
• migliore qualità del prodotto,
• migliore coordinamento con i clienti,
• riduzione dei costi di produzione e
• Migliore conformità alle specifiche del cliente o ai requisiti normativi.
Ai fini di un dialogo ancora migliore e più costruttivo, sono state concordate ulteriori riunioni con il Segretario di Stato e la cooperazione con il Ministero per l’anno successivo.
CCIC ringrazia  per l’apprezzamento e disponibilita’ espressa e per il patrocinio del Ministero dell’Economia per l’evento annuale della Camera, la consegna del Ita Cro Business premio.

Giornate della cultura italiana

Abbiamo il grande piacere di annunciaVi la manifestazione denominata ”Giornate della cultura italiana del Consolato Generale d’Italia a Fiume”, che si terrà dal 21 al 27 ottobre 2019.

Nell’ambito di un programma molto ricco ed interessante, vorremmo sottolineare che per il terzo anno consecutivo, la Camera di commercio italo croata (CCIC) è partner del Consolato Generale per quanto riguarda il  concorso letterario delle scuole medie e superiori italiane in Croazia. Il nome del concorso di quest’anno è ”L’taliano sul palcoscenico ” la cui cerimonia di premiazione si terrà venerdì 25 ottobre 2019 presso la scuola media superiore di Fiume, a partire dalle ore 12:00.

In allegato Vi portiamo il programma completo della manifestazone per la quale l’ingresso a tutti gli eventi è gratuito.

CCIC sempre più attiva

La settimana scorsa la Camera di commercio italo croata ha partecipato a due eventi molto importanti.

Il primo evento si è svolto lunedì 30 settembre 2019 presso l’Università VERN, organizzato dal TFO Studio e dall’Università VERN per il progetto ”In Focus Conversation” dedicato agli imprenditori nelle industrie creative, il design e la moda. La CCIC ha partecipato all’incontro come ospite d’onore ed ha avuto la possibilià di presentare il proprio lavoro, i servizi e i vantaggi. Nell’ambito dell’incontro molto positivo e produttivo, CCIC ha concordato la collaborazione con l’Università VERN per i progetti dell’alternanza scuola-lavoro.


Il secondo evento al quale abbiamo partecipato la settimana scorsa è stata la conferenza PR Pitch per gli imprenditori e per gli artigiani, che si è tenuta in data 3 ottobre 2019 presso l’hotel The Westin a Zagabria. Il nostro Segretario generale, la sig.ra Perkov nel suo discorso introduttivo ha presentato brevemente la nostra Camera e i rapporti bilaterali tra Italia e Croazia, sottolineando l’importanza dell’imprenditoria italiana presente in questo paese. Inoltre, la sig.ra Perkov ha partecipato alla tavola rotonda con il tema ”PR e stranieri – che tipo di comunicazione dovrebbe accompagnare l’attività nei mercati esteri”. I presenti hanno avuto la possibilità di ascoltare i più grandi esperti del campo delle pubbliche relazioni, comunicazioni, diverse agenzie del PR e con la presenza dei politici per capire che cosa gli imprenditori possono usare dalle retoriche politiche. Il tema del grande interesse specialmente per imprenditori esteri, che affrontano nuove realtà è la lingua straniera.  

PrP!tch Conferenza

Cari associati,
Vi invitiamo alla seconda conferenza PR PRpitch per gli imprenditori ed artigiani che si terrà giovedì, il 3 ottobre 2019 presso l’hotel The Westin Zagreb, a partire dalle 9:00.


L’organizzatore della conferenza è il primo portale di pubbliche relazioni croato PRglas e il partner è la Camera di commercio italo-croata (CCIC), sotto il patrocnio dalla Presidente della Repubblica di Croazia e la Città di Zagabria. Il sostegno alla Conferenza ha dimostrato anche l’Associazione croata di pubbliche relazioni (HUOJ), MBA Croazia, il Centro di innovazione di Zagabria (ZICER), Camera di commercio croata, Centro per l’imprenditoria femminile, Associazione croata delle società di comunicazione di mercato (HURA) e la Comunità delle contee croate.

La conferenza si rivolge direttamente agli imprenditori, artigiani, manager, addetti alle pubbliche relazioni e al marketing e a chiunque desideri migliorare la propria comunicazione. Tutti quelli saranno in grado di incontrare i rappresentanti delle agenzie e gli esperti indipendenti di pubbliche relazioni.

L’obiettivo della conferenza è avvicinare agli imprenditori ed artigiani l’importanza delle pubbliche relazioni e insegnare come la comunicazione può aiutarli a far crescere il loro business. Ecco perché il motto della conferenza è Con la storia verso il successo.

L’evento inizia con la presentazione di Alphabet PR, seguita da interessanti discussioni sugli argomenti come „Che la settima forza sia con te! all’e-book dei reclami e cosa gli imprenditori possono imparare dalla comunicazione dei politici.

Alle tavole rotonde parteciperanno professionisti delle pubbliche relazioni e persone il cui lavoro è strettamente legato alla professione. L’ospite d’onore della conferenza è l’ex presidente della Repubblica di Croazia, dott. Stjepan Mesic.

La partecipazione alla conferenza hanno confermato illustri professionisti delle pubbliche relazioni e settori correlati Olivera Majić, Ana Tkalac Verčič, Andrea Perkov, Andrea Tiberi, Ankica Mamić, Damir Jugo, Ermina Duraj, Mirela Holy, Aco Momčilović, Davor Huić, Mirela Španjol Marković, Daria Mateljak, Maro Alavanja, Nikica Škunca, Boris Hajoš, Davor Denkovski, Krešimira Rendulić, Marina Čulić Fischer, Koraljka Baričević, Kristijan Sedak, Gordan Turković, Ekrem Dupanović, Christian Čoklica, Brano Sudar, Saša Tenodi, Melita Pavlek, Siniša Mareković, Sanela Dropulić, Ivana Crnčić, Dražen Tomić, Davor Štetner, Ivan Matić Nević, Matija Srketić, Darko Buković, Matej Lončarić, Maja Ilčić…

Maggiori informazioni su link di Conferenza: www.prglas.com/prpitch

La registrazione è obbligatoria e la quota per i soci della CCIC è al prezzo preferenziale tramite il link di sopra.

#insiemepersuccesso

L’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALO CROATA

Il 12 settembre 2019, grazie all’ospitalita’ di PBZ (Intesa Sanpaolo), si e’ tenuta l’Assemblea generale della CCIC.

Oltre i numerosi soci, avevamo l’onore di ospitare consigliere del Ministero degli affari esteri d’Italia, Dott. Luca Trifone, Vicepresidente del Parlamento croato, Dott. Furio Radin, direttrice dell ICE, Dott.ssa Lo Greco e il nostro Presidente onorario, l‘Ambasciatore d’Italia, S.E. Adriano Chiodi Cianfarani.

L’Ambasciatore nel suo discorso ha cenato piu’ volte straordinari risutati nei rapporti tra nostri paesi, e non solo nell’interscambiocommerciale, che l’anno scorso ritornato ai risultati di prima di crisi di dieci anni, ma sopratutto negli investimenti dall’Italia. Questo trend si e’ contiunato anche quest’anno e l’interesse degli imprenditori italiani e’ in crescita.

L’Ambasciatore ha sottolineatto anche l’importanzza della nostra Camera e il progresso da quando siamo entrati nel percorso verso il riconoscimento dal MISE, dando ancora una volta tutto il supporto e sperando che presto entriamo nel sistema Italia.

Dott. Alessio Cioni, vicepresidente della CCIC dopo il caloroso saluto, ha presentato agli associati proprio i passi svolti e quelli che ancora ci aspettano nel percorso di adesione mentre la Segretaria generale, Dott.ssa Andrea Perkov ha presentato le attivita’ svolte dall’ultima Assemblea e quelle che abbiamo pianificato per i prossimi mesi.

Dott.ssa Iva Lesjak, la Presidente del Collegio dei revisori, ha presentato il bilancio dell’anno scorso, che e’ stato approvato dai soci, ma ha fatto vedere anche la situazione finanziaria in primi sei mesi del 2019., che sono straordinari e dimostrano un aumento del 208% rispetto lo stesso periodo dell’anno scorso.

Ma la cosa che ci fa piu’ allegri e ci stimola di continuare con tutte le forze, e’ l’atmosfera e la sinergia tra i soci. Durante il rinfresco dopo l’Assemblea, siamo stati testimoni della forza della rete imprenditoriale e dell’amicizia, una squadra che davvero inseme crea il successo.

IL 20 ° INCONTRO ANNUALE DEI SEGRETARI GENERALI DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE ALL’ESTERO

La settimana scorsa a Milano si è svolto il 20° incontro dei Segretari Generali delle Camere di commercio italiane all’estero al quale ha partecipato la nostra Segretaria Andrea Perkov.

Il meeting era l’occasione per parlare della crescita del sistema imprenditoriale italiano all’estero, delle nuove frontiere dell’export e dello sviluppo e dell’innovazione per la promozione del Made in Italy.

I partecipanti hanno avuto l’opportunità di incontrare i rappresentanti del mondo camerale italiano, le associazioni di categoria del territorio lombardo, le fiere ed altri enti di promozione istituzionale.

Il primo giorno dell’incontro, i Segretari Generali hanno votato per scegliere il nuovo rappresentante del Consiglio d’amministrazione e per questo posto hanno scelto il Dott. Giacomo Morbili, Segretario Generale della CCIE del Singapore.

Con i rappresentanti del Ministero dello sviluppo economico, Ministero delle finanze e Ministero degli affari esteri si è discuso, anche della importanza del ruolo del Segretario Generale ed è stato pubblicato il nuovo Regolamento dei Segretari Generali delle CCIE!

L’iniziativa True Italian Taste e il seminario sui progetti europei, hanno dimostrato le diverse possibilità per ogni singolo paese. Lo scopo era di segnalare ai Segretari Generali le opportunità e le collaborazioni tra le CCIE, tutto per lo sviluppo delle iniziazive e dei servizi per i soci e per la promozione Made in Italy.

I punti più importanti dell’incontro erano i seguenti: il settore agroalimentare, il turismo e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Incontri B2B durante il Networking caffe,(con il mondo camerale italiano), le associazione di categoria del territorio lombardo ed enti di promozione internazionale, hanno dimostrato grande interesse di collaborazione con le CCIE e la Croazia è stata riconosciuta come il Paese „Target “.

Le iniziative continuano, le collaborazioni si allargano e la posizione della CCIE – Croazia si sta rafforzando!

CONFERENZA INVESTCRO – INVESTIMENTI NEI SETTORI STRATEGICI

Mercoledì 12 giugno si è tenuta la terza conferenza Investcro, organizzata da Poslovni Dnevnik, Vecernji list e 24 ore sotto l’alto patrocinio della Presidente della Repubblica croata, Kolinda Grabar Kitarovic, con i partner, tra cui l’Associazione degli Imprenditori Italiani in Croazia.
La conferenza si è occupata di tre settori chiave attraverso presentazioni e tavole rotonde, turismo, energia e infrastruttura.
Ministro D’ economia, sig. Darko Horvat ha inaugurato la conferenza e in questa occasione ha sottolineato che la crescita del PIL del 3,9 % nel primo trimestre mostra chiaramente che, dopo un certo numero di anni turbolenti, l’economia croata si sta finalmente muovendo nella giusta direzione. “Ripeto continuamente che abbiamo bisogno di un po’ di pazienza e di fiducia. Abbassiamo la palla a terra, tutti questi buoni numeri sono ora alle nostre spalle e non sfrutteremo il vantaggio di loro se non li trasformeremo in continuità. Per questo motivo, sempre bisogna sottolineare l’importanza del partenariato e della cooperazione tra Stato, enti locali e regionali, il mondo accademico e gli imprenditori stessi al fine di favorire una crescita ancora più forte per l’economia”, ha detto in questa occasione il ministro Horvat.

In apertura della conferenza si è rivolto anche il capo redattore del Poslovni dnevnik, sig. Vladimir Nišević, che ha colto l’occasione per sottolineare che la presenza di rappresentanti delle camere di commercio locali ma sopra tutto internazionali, gli investitori istituzionali e rappresentanti delle banche alla manifestazione, molti dei quali partecipano alla organizzazione del progetto, dimostra che questo è un progetto molto importante. “La Croazia, stiamo assistendo in questi giorni, sta avanzando in termini di rating del credito e miglioramento delle condizioni commerciali e, di conseguenza, una vita migliore per tutti i cittadini croati. In questi incontri, vorremmo incoraggiare la discussione e fornire suggerimenti concreti che potremmo rivolgere al governo o ai ministeri “, ha affermato Nišević.

AIIC, come il partner della Conferenza è stata coinvolta attivamente in tavola rotonda nel settore energetico, dove uno di partecipanti è stato il signor Claudio Canaccini, il rappresentante dell’investitore italiano Liquigas, che opera con la società Butanplin in Croazia. Canaccini ha sottolineato che la decarbonizzazione rappresenta una grande opportunità per la Croazia, sia per l’industria che per l’intera società.
– Il terminale GNL su Krk è solo uno di quei progetti che fa un grande passo avanti verso la decarbonizzazione. Ci sono 13.000 compagnie di trasporto in Croazia che hanno trasportato 17 milioni di tonnellate di merci sulla strada. Il problema di una decarbonizzazione più forte è il sostegno dello stato necessario per far crescere il settore privato in quel segmento. È importante che imprenditori privati ​​parlino con gli enti statali, far capire cosa potrebbe ottenere e perché è positivo sia per le aziende che per i cittadini. „Ho la sensazione che quando lavoro in Croazia, non è un problema nella preregolazione del sistema, ma nella burocrazia che è lenta e non abbastanza efficace. Se hai bisogno di 4-5 anni per realizzare il progetto e raggiungere l’obiettivo, nel frattempo ci può essere un grande cambiamento nelle regole che crea grandi problemi, ha spiegato Canaccini.
Julije Domac, il direttore della Regea sottolinea che è essenziale per cambiare la percezione circa la filosofia di investimento, mentre Ivan Andročec, responsabile delle strategie di investimento e delle nuove tecnologie e Sviluppo della HEP (Produttore e distributore dell’energia croata), ha sottolineato che è tutta la questione dei numeri – i prezzi. La strategia potrebbe aiutarci a semplificare le procedure e i regolamenti e rendere più facile la pianificazione e l’investimento. Sono necessari collaborazioni e partnership nei progetti energetici specialmente nelle fonti energetiche rinnovabili.

Alla conferenza si è presentata anche la fondatrice e la proprietaria di Z-Run Industria Wellton, sig.ra Jiang Yu, che ha espresso l’ammirazione per la Croazia, così come un desiderio di cooperazione e di crescita reciproca tra i due Paesi in futuro. Siniša Malus, Responsabile dell’associazione per comunicazioni Cina e paesi sud-est europei di business (CSEBA), il potenziale croato, in particolare del turismo croato, e quanto è visibile in Estremo Oriente, in ultimi due o tre anni si vedono i dati concreti, la crescita dei turisti cinesi, oltre a numerosi premi per il turismo croato acquisito nelle fiere in Cina. Spazio per lo sviluppo del turismo ha tanto sul mare Adriatico ma anche nell’interni, per cui è necessario investire e lavorare sullo sviluppo, sono le parole del direttore dell’Associazione croata del turismo Veljko Ostojic. Nell’ambito di questo progetto multimediale, Poslovni Dnevnik e Večernji list, il giorno della conferenza hanno pubblicato gli articoli sull’Associazione degli imprenditori italiani con concordato il proseguimento della cooperazione nell’ambito di quarta conferenza che si terrà entro la fine dell’anno.
Gli articoli sono disponibili sui link:

https://www.vecernji.hr/biznis/italija-je-prva-zemlja-za-uvoz-hrvatske-robe-1325478

http://www.poslovni.hr/poduzetnik/interes-talijanskih-investitora-za-hrvatsku-jos-je-u-uzlaznoj-putanji-354243

  Fotografie: Matija Habljak/PIXSELL

 

INVESTCRO conferenza – investizioni nei settori strategici

 

AIIC – UTPUH  è il partner della conferenza “Investcro: investimenti nei settori strategici”, che si terrà mercoledì 12 giugno 2019 presso l’hotel The Westin a Zagabria a partire dalle ore 10.00.

La conferenza è la terza di una serie di quattro conferenze nell’ambito del progetto multimediale annuale di Večernji list, Poslovni dnevnik e 24sata intitolato “InvestCro: come attrare gli investitori”.

L’enfasi della terza conferenza sarà sugli investimenti nei settori del turismo, dell’energia e dell’infrastruttura, dove sono stati annunciati  gli investimenti significativi. Si parlerà degli investimenti attuali e di quelli che stanno arrivando (come attrarre investitori stranieri e incoraggiare già presenti nello sviluppo della loro attività in Croazia). Quali sono gli investimenti nel settore privato annunciati e quali strutture e attrazioni includono. Inoltre, l’enfasi sarà sull’efficienza energetica come imperativo per un’ulteriore riflessione sugli investimenti e sugli investimenti nelle infrastrutture.

Con i discorsi introduttivi, la conferenza, attraverso presentazioni e varie tavole rotonde, riunirà rinomati esperti nazionali e internazionali.

Proprio sul tema dell’energetica, sulla tavola rotonda, prende ruolo anche il nostro socio Butanplin, rappresentato dal direttore, Claudio Canaccini.

La partecipazione è gratuita ma la registrazione è obbligatoria all’e-mail aperkov@aiic-utpuh.hr entro e non oltre il 10 giugno.

Il programma preliminare trova qui. 

Il segreto del rosso da Montelupo: nove secoli delle ceramiche toscane

“Il segreto del rosso da Montelupo: nove secoli delle ceramiche toscane “, la mostra di ceramiche dalla città toscana Montelupo Fiorentino, famosa per la sua lunga e unica tradizione nella produzione della ceramica, è stata inaugurato il Giovedì presso il Museo dell’Arte ed artigianato (MUO).

Miroslav Gašparovic, direttore del MUO ha sottolineato che questo progetto continua una lunga collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Croazia e l’Istituto Italiano di Cultura, e visto che proprio il MUO ha la più grande collezione di ceramica e porcellana in Croazia, questo è un luogo naturale per questa mostra.

“La mostra si compone di una parte storica dedicata allo sviluppo della ceramica a Montelupo come uno dei più importanti centri di ceramica in Italia, e la seconda parte è dedicata alla Scuola della ceramica che funziona ancora lì e sostiene la tradizione e la produzione della ceramica italiana “, ha detto Gašparović.

Il Sindaco di Montelupo Fiorentino, sig. Paolo Masetti, ha detto che la mostra offre l’opportunità di promuovere la città di storia e ceramiche presenti, che è il più importante esempio di continuità e la produzione della ceramica in Toscana ed in Italia.

Ha invitato a visitare Montelupo Fiorentino al Festival internazionale della ceramica, dal 21 al 23 giugno.

Agli ospiti si è rivolta la direttrice dell’Istituto di cultura, signora Stefania Del Bravo mentre la ufficiale apertura e l’inaugurazione della mostra è stata annunciata dall’ambasciatore d’Italia, S.E. Adriano Chiodi Cianfarani.

La mostra nel MUO raccoglie un’ottima panoramica della storia della ceramica famosa, dalle origini medievali ai tempi moderni, in cui è ancora noto per la sua uniformità di colori e forme innovative.
Si presenta la continuità della tradizione della ceramica del luogo nella valle dell’Arno, che sempre stato il centro privilegiato di produzione di Firenze, e oggi è un luogo di produzione industriale avanzata e del design.
Grazie alla ricerca cromatica locale speciale, come ad esempio non hanno nutrito in altri centri italiani, la ceramica di Montelupo ha ottenuto un grande successo presso le famiglie e della città nel periodo del Rinascimento fiorentino.

Grazie ai test di composizione originale e le soluzioni tecniche, smalto risultante dal sotto dipinto del rilievo contiene un pigmento rosso ‘misterioso’ ottenuto dalla sostanza indefinita, si presume dall’ossido di magnesio, importato dall’Anatolia.

Rosso di Montelupo è stato usato dall’inizio del 14 ° secolo, con molta cura e moderazione per ottenere l’effetto speciale sanguinante che si ottiene dopo la terza teglia.

Uno dei migliori interpreti di quel colore era Lorenzo di Piero Sartori, autore del capolavoro chiamato “Rosso di Montelupo” esposto al Museo della Ceramica di Montelupo dal 1509.
La mostra al MUO divisa in due parti – storiche, che copre il periodo dal 1420 a 1710, con una trentina di oggetti presi in prestito dal Museo della ceramica di Montelupo e  la parte contemporanea – con sessanta opere realizzate a partire dall’inizio del XX secolo ad oggi.
Tra questi ci sono opere di famosi designer, Ettore Sottassa, Alda Londres, Beyman Hubert, Bethane Laure Wood e altri.
La mostra è realizzata in collaborazione  dell’Istituto Italiano di Cultura e MUO, con il concetto della Fondazione Montelupo Fiorentino e la Scuola di Ceramica di Montelupo.
L’Associazione degli Imprenditori Italiani in Croazia AIIC-UTPUH, in qualità di sponsor della mostra, insieme con i suoi soci, anche sponsor, PBZ e Assicurazioni Generali, ha organizzato la promozione di cibi e vini autoctoni della Toscana, che ha creato l’impressione per gli ospiti per almeno  un istante, di trasferirli nel cuore della Toscana . Un altro evento nella serie delle attività promozionali “Made in Italy”, attraverso il connubio tra cultura e gastronomia di una delle regioni più famose d’Italia.

 

 

“Il vantaggio socio-economico dell’impiego delle persone con disabilità nelle società del Gruppo Calzedonia in Croazia”

I risultati della ricerca del progetto “Il benessere sociale ed economico dell’impiego delle persone con disabilità nelle società del Gruppo Calzedonia in Croazia” sono stati presentati al Turist l’Hotel di Varaždin il 15 maggio.
Secondo il membro del consiglio di amministrazione di Calzedonia Croazia, il sig. Dubravko Hoić, questo gruppo italiano, con sei società in Croazia, impiega persone disabili da più di cinque anni e questo progetto di ricerca, in collaborazione con la Facoltà di educazione e riabilitazione di Zagabria, ha lo scopo di contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo argomento e potenziare l’empatia non solo nei confronti delle persone con disabilità, ma di tutti i gruppi vulnerabili.

Nel suo discorso introduttivo, il signor Francesco Ruffoli, ingegnere e direttore della produzione nel Calzedonia Croatia, e presidente dell’Associazione degli imprenditori italiani in Croazia, ha sottolineato che per anni gruppo Calzedonia impiega le persone con disabilità quando le condizioni lo permettono in un determinato paese. Dott. Veronesi, fondatore e socio di gruppo Calzedonia a questo scopo ha anche fondato una Fondazione che mira a promuovere progetti imprenditoriali socialmente responsabili, aiutare gruppi vulnerabili e progetti culturali. Con l’apertura di Ducal d.o.o, in Croazia si è creata la possibilità di sviluppare certo progetto. Il progetto mira principalmente a sensibilizzare l’opinione pubblica, le istituzioni e enti locali, ma soprattutto tra i datori di lavoro, per l’attuazione del presente modello, o modelli simili che ha dimostrato che l’inclusione delle persone con disabilità è estremamente utile per tutti i dipendenti della società, ma anche per i loro datori di lavoro. Certo, ci sono datori di lavoro che difficilmente possono implementare questo modello a causa della complessità del lavoro, ma chiunque riesca, in questo modo, fa una grande svolta positiva nel clima sociale – afferma dott. Dubravko Hoić.

Presso il centro logistico Ducal, che fa parte del Gruppo Calzedonia Croatia, è stato allestito un corso preparatorio in cui tutti i dipendenti con disabilità sono sottoposti a formazione per determinare le proprie capacità. Circa 100 persone con disabilità sono state formate e quasi la metà di loro sono coinvolte in regolari processi di produzione negli stabilimenti produttivi del Gruppo Calzedonia.

I risultati della ricerca sono stati presentati dal gruppo scientifico dalla Facoltà di Educazione e Riabilitazione di Zagabria, guidato dalla prof.dr.sc. Lelia Ki-Glavaš. La prof. Kis-Glavas sottolinea che i datori di lavoro negli ultimi anni mostrano un crescente interesse per l’occupazione delle persone con disabilità in seguito il regolamento statale che prevede la quota per l’assunzione dele persone con disabilità, nonché sanzioni per mancato rispetto della quota. D’altra parte, i datori di lavoro sono motivati ​​dalla crescente mancanza di manodopera sul mercato. Tuttavia, su un totale di 200.000 persone con disabilità in Croazia che hanno un’età compresa tra 18 e 64 anni, solo il dieci per cento sono impiegati, e uno dei problemi nella pratica, dice professoressa, è che le persone con disabilità sono significativamente al di sotto del livello medio di istruzione.

– La specificità di Calzedonia Croatia, come il datore di lavoro è, che per le persone con disabilità è stato introdotto un modello di corsi di formazione che permette di includere le persone con disabilita’ gradualmente  nel processo lavorativo.

La ricerca ha valutato, attraverso una serie di metodi scientifici di misurazione quantitativa e qualitativa, l’efficacia del modello e i benefici che l’impiego di persone disabili porta ai datori di lavoro, dipendenti e  le famiglie di persone con disabilità – afferma il prof. Lelia Kiš-Glavaš, che ha lavorato con sei collaboratori su questa ricerca, dal febbraio 2018 fino alla fine di febbraio 2019.
– Il risultato sono i molteplici benefici dell’occupazione per tutti i partecipanti, dalla soddisfazione psicologico emotiva delle persone con disabilità, beneficio economico per tutti i partecipanti, consapevolezza ed empatia della comunità locale, nonché risparmi per la comunità locale in termini di riduzione dell’assistenza sociale e dei benefici di invalidita’.